martedì 27 novembre 2012

Emergenza storni


In questo periodo, guardando il cielo, non è difficile notare le meravigliose evoluzioni degli storni. Sono infatti circa un milione gli uccelli provenienti dal nord Europa che fanno tappa nella capitale per trovare un clima migliore. La zona dell'Eur, ad esempio, è una delle tante aree in cui questi magnifici uccelli, al tramonto, si affollano numerosissimi tra gli alberi scelti come dimore.
 Ma il rumore e soprattutto la sporcizia lasciata dagli uccelli a terra o sui tetti di case e auto, ha portato numerosi negozianti e benzinai della zona a servirsi di metodi illegali, come i petardi, per allontanarli dai loro esercizi.  I petardi, fatti scoppiare sotto gli alberi, creano panico tra gli storni che immediatamente si librano in cielo senza ordine, in maniera assolutamente caotica. Molti infatti si scontrano cadendo rovinosamente sul suolo, altri vengono colti da infarto e una volta a terra sono divorati dalle cornacchie. Per evitare tutto questo, come l'anno scorso, monitoreremo quotidianamente tutta la zona.
Abbiamo incontrato anche operatori del comune che si aggiravano con dei grandi megafoni che diffondono ad altissimo volume un segnale che richiama il verso emesso dagli storni in situazioni di pericolo o il verso del falco. I volatili in questo modo, secondo loro, sono indotti ad allontanarsi senza conseguenze. 



Troppi gli uccelli trovati morti ogni giorno.
Raccomandiamo a chiunque venisse a conoscenza di metodi di allontanamento illegali, di comunicarlo a info.terranomala@gmail.com

 

Associazione Terranomala - InformAzione Diretta per la Liberazione Animale. Copyright 2009 All Rights Reserved Free Wordpress Themes by Brian Gardner Free Blogger Templates presents HD TV Watch Shows Online. Unblock through myspace proxy unblock, Songs by Christian Guitar Chords