lunedì 20 giugno 2011

Volantinaggio all'EUR contro l'Acquario di Roma - Mediterraneum


Sabato 18 abbiamo approfittato di un piccolo evento al laghetto dell'EUR per distribuire volantini contro l' Acquario di Roma Mediterraneum che verrà ultimato entro pochi mesi e che rinchiuderà centinaia di pesci. Inizialmente si parlava di un centro di recupero per animali marini in difficoltà ma è praticamente ovvio che l'idea fu soltanto un escamotage per costruire l'ennesima grande opera/macchina da soldi. Il progetto è finanziato dalla Merlin, la più grande multinazionale di parchi acquatici e delfinari, come potrebbe nascere l'idea di un centro di recupero per animali dalla mente di chi gli animali li reclude, li sfrutta, li ammaestra, li uccide da anni, in ogni parte del mondo? Sarebbe davvero un controsenso. Siamo certe che nessuno di questi signori spenderebbe un centesimo per salvare un animale, figuriamoci se investirebbero 70 milioni di euro per un centro di riabilitazione per la fauna marina. Questi signori vorrebbero ingrassare i loro portafogli sulla pelle degli animali marini ed, allo stesso tempo, apparire come i loro benefattori. E' importante informare la gente su ciò che accade all'interno di queste infernali strutture. Catturati in libertà o fatti nascere in cattività tramite orribili inseminazioni artificiali, gli animali marini presenti in questi posti sono costretti in vasche strettissime, spesso isolati dai propri simili, costretti ad esercizi sfiancanti, luci e rumori innaturali e imbottiti di antidepressivi per superare lo stress da reclusione. Nel caso dell'Acquario di Roma, gli animali che vi entreranno non vedranno mai la luce del sole, poichè l'acquario sarà completamente interrato.

Sul loro sito leggiamo: "Punti eccellenza dell'Acquario di Roma saranno le vasche tematiche dedicate alle aree marine protette del Mediterraneo che riprodurranno fedelmente questi angoli di incontaminata bellezza, l'area dedicata alla ricerca e allo studio degli ecosistemi marini e le vasche curative per i pesci feriti, spiaggiati o in via d'estinzione."

Riuscite ad immaginare questi unti miliardari farsi in 4 per salvare un povero pesciolino malato, o per recuperare un animale spiaggiato? Noi proprio no. Anche perchè gli animali spiaggiati non vengono quasi mai salvati, non ci sono quasi mai i mezzi necessari disponibili, inoltre, se proprio si riesce a salvare un animale spiaggiato, perchè lo si dovrebbe trasportare fino all'acquario, col rischio di perderlo, invece di rigettarlo direttamente in acqua? Inoltre non riusciamo nemmeno  a capire a cosa servano le vasche per gli animali in via d'estinzione. Di certo non a salvare una specie. L'estinzione naturale di una o più specie fa parte dell'evoluzione della Terra, se questa estinzione è invece determinata dalla brama di potere e denaro insita nell'uomo, allora va contrastata alla radice (ad esempio contrastare la pesca o l'inquinamento marino...), non di certo rinchiudendo a vita i suoi ultimi esemplari, colpevoli soltanto di essere...GLI ULTIMI.

Invitiamo tutt* ad orgnizzare piccoli volantinaggi in giro per Roma. Ricordiamo che se è fatto in due non c'è bisogno dell'autorizzazione della Questura. Se vorrete potrete ovviamente produrre un volantino di vostro pugno, altrimenti potrete trovare il nostro stampabile e scaricabile gratuitamente dal nostro blog www.terranomala.it sotto la voce MATERIALE INFORMATIVO, oppure potete contattarci per riceverli già stampati o in formato pdf.

terrAnomala

0 commenti:

 

Associazione Terranomala - InformAzione Diretta per la Liberazione Animale. Copyright 2009 All Rights Reserved Free Wordpress Themes by Brian Gardner Free Blogger Templates presents HD TV Watch Shows Online. Unblock through myspace proxy unblock, Songs by Christian Guitar Chords