giovedì 7 aprile 2011

Protesta via mail per bloccare un venditore ambulante di animali a Roma


Il primo Maggio di ogni anno, in Via Tiburtina a Roma, si svolge un grande mercato. Lo scorso anno, e probabilmente anche quelli precedenti, era presente un losco figuro campano che vendeva animali vivi nella sua bancarella. Pesci, tartarughe, papere, cavie, conigli, uccelli, criceti, ecc. Riuscimmo solo a fargli fare una multa dalle guardie zoofile dell'ENPA, che però non controllarono nemmeno lo stato degli animali chiusi nel camion. I vigili risposero che non potevano farlo andare via per motivi di ordine pubblico e anche perchè comunque avevano già abbastanza problemi con gli ambulanti non autorizzati. Nel video una paperella morta che abbiamo recuperato seguendo il garzone dell'ambulante che si affrettava a ripulire il camion prima dell'arrivo delle guardie zoofile ed il racconto di quella giornata. Vi prego di scrivere due righe al presidente della V circoscrizione di Roma affinchè non venga più dato alcun permesso all'ambulante di vendere animali, almeno su territorio romano.

Messagio tipo da inviare ai seguenti indirizzi:

ivano.caradonna@comune.roma.it, anna.deangelis@comune.roma.it, marisa.amantini@comune.roma.it, claudia.debenedetto@comune.roma.it, luigina.melone@comune.roma.it

Al presidente del Municipio V di Roma Sig. Ivano Caradonna

Salve,

scrivo in merito al mercato che il 1° maggio di ogni anno si svolge in Via Tiburtina. Di certo ricorderete le molte segnalazioni ricevute lo scorso anno per bloccare la vendita illegale di animali vivi da parte di un ambulante campano. Nonostante fossero intervenuti i vigili, e le guardie zoofile dell'ENPA avessero già elevato una multa, l'ambulante continuava a vendere illegalmente animali sottobanco, cioè non mettendoli più in mostra ma facendo avvicinare le persone al proprio camion, strapieno di animali. All'intimazione di alcuni cittadini di smettere di vendere animali, l'ambulante ha risposto con violenza chiamando alcuni suoi scagnozzi, aggressione che è costata la frattura ad un braccio di un ragazzo che semplicemente chiedeva di far rispettare un regolamento comunale.
Il Regolamento Comunale sulla Tutela e il Benessere degli animali, in vigore dal 9 novembre 2005, vieta chiaramente la vendita di animali da parte degli ambulanti (art. 20, punto 4. Non sono consentite le attività commerciali ambulanti ed occasionali, inerenti la vendita diretta o indiretta di animali). Prego chi di dovere affinchè non venga concessa la licenza di vendita ambulante, su tutto il territorio comunale, a persone che commerciano animali vivi; a tal proposito possiamo suggerire che l'ambulante chiederà sicuramente il permesso di occupazione di suolo pubblico fingendo di vendere solo accessori per animali come gabbie, guinzagli, mangimi, ecc..., mentre nasconderà centinaia di animali nel camion. Di seguito un breve video dello scorso anno con il resoconto della giornata http://www.youtube.com/watch?v=zD3YA3sd9CI .
Molti attivisti che si battono contro il maltrattamento degli animali saranno comunque presenti al mercato affinchè non si ripeta l'errore commesso negli scorsi anni; in tal caso pronti a segnalare ogni illecito.

Cert* di una di una maggior attenzione e di una Vostra risposta in merito,
Porgiamo Distinti Saluti

Nome e Cognome

0 commenti:

 

Associazione Terranomala - InformAzione Diretta per la Liberazione Animale. Copyright 2009 All Rights Reserved Free Wordpress Themes by Brian Gardner Free Blogger Templates presents HD TV Watch Shows Online. Unblock through myspace proxy unblock, Songs by Christian Guitar Chords